DASP 2018 - XIV edizione - Format rinnovato

La Community dei Direttori delle Aziende Sanitarie Pubbliche

La Community DASP nata nel 2005 aggrega i top manager della sanità. Ogni anno partecipano al Network DASP i membri delle direzioni strategiche di oltre 30 ASL, AO, IRCCS e Istituzioni Sanitarie pubbliche da tutta Italia, allo scopo di condividere temi, sistemi, esperienze e strumenti gestionali per sostenere una posizione manageriale comune nel panorama sanitario italiano e finalizzata al miglioramento della gestione delle Aziende Sanitarie Pubbliche.

Il format tradizionale

comprende 4 giornate di confronto in SDA Bocconi, dalle 9.30 alle 17.30, sui temi manageriali più innovativi per le Aziende Sanitarie. L’iscrizione è aziendale e consente la partecipazione fino a 4 membri della Direzione Strategica Aziendale.

Il follow up

prevede un aggiornamento delle competenze manageriali del top management con 2 eventi aggiuntivi, dalle 9.00 alle 18.00, previsti tra novembre e dicembre 2018. L’iscrizione è nominativa per singolo partecipante e consente di raggiungere le 50 ore cumulandosi con le giornate del format tradizionale frequentate dallo stesso partecipante.

Gli incontri saranno intervallati da un networking lunch con i docenti e i partecipanti allo scopo di continuare a condividere temi, opinioni ed esperienze di management aziendale.

Per ciascuno degli incontri sono previsti guest speaker ed esperti anche da settori diversi dalla sanità per sviluppare idee e metodi originali e innovativi, mantenendo uno stretto collegamento con il rigore scientifico delle soluzioni manageriali proposte dai docenti e dai ricercatori SDA Bocconi e CERGAS Bocconi.

4 giornate di confronto

  • 16 aprile 2018 – h. 9.30-17.30

Cure primarie e MMG: le nuove sfide e la trasformazione necessaria

Le cure primarie sono in una fase di profonda trasformazione, spinta da almeno 4 driver di cambiamento:

  • rifocalizzazione della missione sulla cronicità;
  • strutturazione di modelli di lavoro in equipe;
  • riduzione del numero dei medici e aumento del numero medio assistiti;
  • inserimento a monte e a valle del sistema delle cure primarie di nuovi professionisti per l’attività clinica (medici specialisti e infermieri).

La trasformazione dei modelli di servizio e professionali supera oggi la classica suddivisione tra ospedale e territorio: da un lato, perché la cronicità attraversa tutti i setting assistenziali; dall’altro, perché la competenza specialistica sul disegno dei PDTA è spesso ospedaliera, mentre la sintesi clinica sui pazienti con comorbidità può trovare collocazione nelle cure primarie. Il processo di trasformazione riguarda quindi sia ospedali, sia Aziende Sanitarie Territoriali.
Le traiettorie istituzionali di cambiamento sono divergenti tra le regioni: in alcune le cure primarie vengono internalizzate in strutture e logiche pubbliche, in altre, all’opposto, sono spinte a diventare imprenditori privati accreditati.
Le aziende pubbliche sono chiamate a guidare questi cambiamenti dei ruoli professionali, dei modelli di servizio, delle strutture organizzative dovendo ripensare la geografia delle responsabilità, la distribuzione delle figure professionali nei servizi, i sistemi operativi di programmazione e controllo.


  •  28 maggio 2018 – h. 9.30-17.30

La gestione del personale delle aziende sanitarie tra retorica e realtà: quali politiche e strumenti?

Più di due decenni di aziendalizzazione hanno reso disponibile alle direzioni un vasto insieme di teorie e pratiche manageriali.
In alcune aree di gestione aziendale l'interazione tra ricerca, sperimentazione di nuovi strumenti e approcci, consolidamento organizzativo della funzione è stata particolarmente rapida e seconda, in altre meno.
Un’area in cui tale sviluppo appare largamente insufficiente e decisamente inadeguato rispetto alle esigenze delle aziende è quello della "gestione delle risorse umane". In questo campo è difficile sfuggire alla sensazione di una "distanza siderale" tra le concettualizzazioni (retorica su ciò che dovrebbe essere fatto) e ciò che le aziende concretamente riescono a mettere in campo.
Se le ragioni del ritardo sono molte e comprensibili, a partire da un quadro normativo e contrattuale che non aiuta, l'esigenza di disporre di strumenti in grado di orientare dinamiche e comportamenti degli individui è ormai indifferibile. Cercheremo insieme di comprendere le sfide che affrontano le aziende sanitarie tra shortage e invecchiamento, analizzare lo stato dell'arte dei sistemi di gestione del personale, individuare i frammenti di innovazione attualmente disponibili e delineare le voci di una agenda aziendale per la gestione delle risorse umane


  • 24 settembre 2018 – h. 9.30-17.30

Il punto sull’aziendalizzazione della sanità: Rapporto OASI 2018

Presentazione in anteprima assoluta ai Direttori iscritti al Network DASP dei risultati e delle evidenze dal Rapporto OASI 2018.


  •  12 novembre 2018 – h. 9.30-17.30

I 40 anni del SSN: sfide aperte e risultati raggiunti

Giunti ai suoi primi 40 anni, i risultati del SSN restituiscono l’idea di un sistema che, per quanto con luci ed ombre, ha mantenuto molte delle promesse iniziali.
Tuttavia diversi segnali deboli, e alcuni molto forti, segnalano l’esigenza di lavorare ancora più in profondità per risolvere annose questioni e raggiungere nuovi irrinunciabili traguardi: la presa in carico, l’integrazione a rete, lo sviluppo delle cure intermedie, l’accesso uniforme, l’universalismo equo su tutto il territorio e altro ancora.

  • E da diverse parti si propone la necessità di una “manutenzione straordinaria” del SSN.
  • Ma quale?
  • E quale ruolo può giocare il management?
  • Quali traiettorie di intervento sono prioritarie? Come possono o devono cambiare le aziende?

Di questo, e dei prossimi 40 anni del SSN, si discuterà approfonditamente in questo incontro.


Faculty

Coordinamento

Anna Prenestini – SDA Professor di Public Management and Policy, ricercatrice CERGAS e Assistant Professor Università Statale di Milano.
anna.prenestini@unibocconi.it


Steering Committee:

Elio Borgonovi – SDA professor di Public Management and Policy e professore ordinario Università Bocconi.
Mario Del Vecchio – SDA professor di PMP e professore associato Università di Firenze.
Federico Lega – SDA professor di PMP e professore Associato di Management Pubblico e Management Sanitario dell’Università Bocconi.
Francesco Longo – SDA professor di PMP e professore associato Università Bocconi.

Informazioni

Quota di partecipazione Format Tradizionale
La quota d’iscrizione è di euro 4.000 e comprende la partecipazione dei membri della Direzione strategica aziendale (fino a un massimo di 4 persone) ai 4 incontri del format tradizionale del Network DASP 2018, i materiali e i pranzi.

Quota di partecipazione Follow Up
La quota d’iscrizione di euro 1.000 + IVA (se dovuta) è nominativa e comprende la partecipazione dei membri della Direzione strategica aziendale (fino a un massimo di 4 persone) ai 4 incontri del format tradizionale del Network DASP 2018, i materiali e i pranzi.

DOWNLOAD

Download Brochure

Download

ISCRIZIONE ONLINE
CONTATTI

Roberta Aresu
network.pmp@sdabocconi.it


LINK