Va modificata la cultura, i termini e il linguaggio per le infrastrutture e le opere pubbliche

SHARE SU

Le infrastrutture e le opere pubbliche sono al centro di un importante dibattito mondiale sul futuro delle città e dell’urbanizzazione come elemento di competitività, esclusione, inclusione, crisi, attrattività positiva o negativa, governance.

Si è attivato un dibattito recente in Italia, anche a seguito del crollo del ponte Morandi a Genova, sul rapporto tra pubblico e privato, sulle concessioni, sulle infrastrutture economiche e su quelle sociali sui contratti di lungo termine (LTC), sul finanziamento (finanza di progetto, partenariato pubblico e privato sul on/off balance), sulla gestione dei contratti, sul ruolo dello Stato.

I due contributi pubblicati su Edilizia e Territorio a cura di Remo Dalla Longa, coordinatore scientifico di PREM – Public Real Estate Management di SDA Bocconi e coordinatore di GePROPI – Gestione dei Processi Realizzativi di Opere Pubbliche ed Infrastrutture, invitano a guardare agli strumenti (Piano Economico e Finanziario) e all’applicazione del PPP in forma nuova rispetto al passato. Va modificata la cultura precedente ed anche i termini e il linguaggio. Inquadriamo questi due contributi come Pubblico-Privato 2.0?

Per approfondimenti:
Edilizia e Territorio - 6 settembre 2018 - Autostrade/4. L'Italia ha bisogno di più opere in Ppp, ma deve crescere la capacità tecnica della Pa
Edilizia e Territorio - 6 settembre 2018 - Così le Linee Guida Anac sul Ppp rendono più severe le regole di equilibrio dei Pef

SDA Bocconi School of Management

News Correlate

14 dicembre 2022
#SFIDE EMMAP “Le donne nei ruoli apicali ...
#SFIDE EMMAP “Le donne nei ruoli apicali della PA: oltre l’equità”
Scopri di più
05 dicembre 2022
Decidere nella crisi: la testimonianza del ...
Decidere nella crisi: la testimonianza del Prefetto Gabrielli a EMMAP
Scopri di più
19 settembre 2022
Programmare e gestire i fondi comunitari
Programmare e gestire i fondi comunitari
SDA Bocconi Insight - Scaffale - V. Vecchi, N. Cusumano
Scopri di più