GePROPI

Gestione dei Processi Realizzativi di Opere Pubbliche e Infrastrutture

GePROPI

GePROPI nasce dall'esigenza di assistere le figure apicali o "in carriera" rispetto alla forte modifica che sta caratterizzando l'ambito tecnico dei contratti (appalti, PPP, e del montaggio efficace di opere pubbliche ed infrastrutture): la crescita rapida di funzioni nuove e il sorgere di soggetti esterni capaci di assorbirle e di rimodellare quelle esistenti rischia di impoverire e di far arretrare l'ambito strategico e di controllo esercitato dell'ente.

Investire in GePROPI risponde all'esigenza dell'ente di guidare i nuovi processi di realizzazione, dai più semplici a quelli più complessi. 

GePROPI è pensato per rafforzare gli spazi competitivi di chi opera all'interno della Pubblica Amministrazione e per garantire all'ente una continua innovazione, mirata ad anticipare e guidare i fattori di cambiamento in materia di opere pubbliche, infrastrutture, patrimonio, territorio ed interventi urbani complessi. 

L'obiettivo principale di GePROPI è fornire una conoscenza organica e integrata di tipo gestionale, che sappia partire dalla conoscenza specialistica e coniugare questa con la capacità di governo di processi e prodotti complessi come sono in genere le opere pubbliche e le infrastrutture (che assorbono un'importanza economica e strategica per l'ente, per la nazione e per la comunità). 

Quale periodo stiamo attraversando

RIFERIMENTO 2020/2021: DECRETO SEMPLIFICAZIONE - 10 SETTEMBRE 2020

 

L’approvazione definitiva del decreto semplificazione tocca parti importanti del Codice dei contratti (D.lgs 50/2016 e seg.). I punti significativi modificati sono:

  1. Tutto il tema del sottosoglia comunitaria per le forniture, servizi e soprattutto lavori;
  2. Una parte significativa del sopra soglia comunitaria di lavori (superiore ai 5.350.000 di euro), ma anche servizi e forniture;
  3. Le procedure da adottare per i punti (a) e (b) in cui prevale la negoziata rispetto alla gara;
  4. La creazione di sistemi oggettivi non attaccabile in termine di legittimità nella scelta del contraente e che rifuggano dal contenzioso;
  5. L’approvvigionamento di estrema urgenza, compreso il tempo di acquisto dovuto, o trascinato, da COVID, ne sono coinvolte tutte le infrastrutture e il loro funzionamento;
  6. Vengono introdotti i commissari speciali;
  7. Il ruolo del RUP e l’alta responsabilità, anche coercitiva, che assume il suo profilo. Vi sono nuove sanzioni sull’inerzia e sulla non corretta interpretazione delle modifiche del Codice dei contratti.

Ai punti sopra indicati si aggiunge, per il 2021, l’enorme mole di risorse che saranno disponibili (Fondi europei, Recovery Fund, forse anche il MES) per le nuove infrastrutture (D&C) e il funzionamento e manutenzione (O&M) di quelle esistenti.

Per questo motivo riteniamo estremamente importante il percorso formativo GePROPI 2020 ed in particolare l’intreccio dei corsi su:

  • Il Codice dei Contratti (6-9 Ottobre 2020);
  • La Gara Pubblica di Appalti, Concessioni e PPP (17-20 Novembre 2020);
  • Il RUP (1-4 Dicembre 2020).

In coerenza con il Decreto semplificazione, verrà fornito ad ogni partecipante un bagaglio conoscitivo-applicativo in grado di essere messo subito in pratica ed utilizzato.

 

Una delle caratteristiche che rende vivo GePROPI è il continuo adeguamento a regole, metodo, applicazione. Il 2020 avrà case study come focus:

Come costruire GePROPRI

GePROPI è personalizzabile sulla base delle specifiche esigenze formative del partecipante. Il Comitato scientifico e di coordinamento di GePROPI svolgeranno un ruolo di assistenza nella definizione del percorso e di validazione dello stesso.

Sono previste due opzioni per la partecipazione:

  1. la prima consiste nella frequenza, presso SDA Bocconi, di alcuni programmi elencati nella tabella sottostante per un totale di minimo 11 giornate di formazione.
    Questa opzione è consigliata per coloro che necessitano di nuovi stimoli professionali e desiderano acquisire una cultura di livello avanzato sulla gestione dei processi realizzativi di Opere Pubbliche e Infrastrutture.
  2. La seconda opzione prevede, oltre alla frequenza delle 15 giornate formative, l’attivazione, all’interno del proprio ente, di un progetto sul campo formulato “ad hoc” sulla base delle specifiche esigenze interne.

    Il progetto sul campo può essere di due tipologie:
    - progettazione ed implementazione di aspetti innovativi o di miglioramento da applicare al ciclo di vita delle opere pubbliche;
    - sviluppo, integrazione e utilizzo delle conoscenze necessarie per la direzione e gestione di interventi complessi.

    Questa seconda opzione è stata pensata per figure che intendono tradurre quanto appreso in una sperimentazione applicativa per un concreto progetto di sviluppo dell’ente, o dell’output di riferimento, nell’ambito della gestione dei processi realizzativi di Opere Pubbliche e Infrastrutture e conduce, a valle di un processo di valutazione del progetto, ad un Business Excellence Certificate rilasciato da SDA Bocconi School of Management. L’obiettivo indiretto per la Scuola è di creare un ‘network’ di eccellenza disseminato all’interno del ‘sistema paese’ che sia punto di riferimento applicativo.

 

GePROPI comprende i programmi:

Il Codice dei Contratti Pubblici (CDCP)

Il 2016 è stato l’anno del recepimento delle direttive comunitarie 2014/23,24,25 con il D.lgs 50/2016 (con scadenza 18 aprile), il 2017 è stato l'inizio della messa in opera del nuovo rapporto tra operatori economici e Stato. Il 2018 e il 2019 sono stati gli anni dell'implementazione degli interventi. Nel caso di modifiche intercorse vi sarà un raccordo con queste.

La Gara Pubblica Applicata

Questo programma di formazione prevede un focus incentrato sulla gara pubblica applicata al nuovo Codice dei Contratti Pubblici (Appalti, concessioni e PPP). Il corso, il cui coordinatore è stato membro del tavolo tecnico di scrittura del nuovo Codice (D.lgs 50/2016) sarà una formidabile opportunità per confrontarsi sull’applicazione e messa in opera delle nuove norme sugli approvvigionamenti, sulle nuove tipologie di gara e sulla revisione delle conoscenze professionali alla luce delle nuove regole contrattuali. Verranno messi in campo case study applicativi e sarà più facile commentare eventuali ‘micro’ modifiche laddove ve ne fossero.

Il Nuovo Responsabile Unico Di Procedimento

Durante il programma daremo ordine e priorità ai richiami normativi per definire una mappa strutturata delle responsabilità, gestionali (management) e specialistiche, e di altre conoscenze tra cui quelle giuridiche e giurisprudenziali proprie sul Responsabile Unico di Procedimento. Per definire questa mappa terremo conto di numerosi fattori: il nuovo ruolo che viene affidato al RUP, il raccordo tra passato, presente e futuro; il ruolo di snodo affidato al RUP; i nodi e le contraddizioni che devono essere sciolte. Verrà fatta anche una verifica sui comportamenti viziosi/virtuosi sul RUP (di case study gestiti).

 

A chi è diretto
A chi è diretto

GePROPI è rivolto a figure che attualmente svolgono o sono intenzionate a svolgere ruoli di direzione all'interno di amministrazioni pubbliche e in particolare all'interno dell'ambito di realizzazione, gestione del patrimonio infrastrutturale e di gestione dell'intervento sul territorio; ma anche a figure operanti in imprese (es. di realizzazione e costruzione che mantengono rapporti significativi con stazioni appaltanti pubbliche).

 

Progetto sul campo

E' possibile attivare un progetto sul campo presso la propria realtà professionale, con la tutorship di un docente SDA Bocconi esperto della tematica. Il partecipante utilizza strumenti e metodi appresi durante GePROPI e li applica all’interno di progetti e modelli innovativi che spesso assorbono un’elevata quantità di risorse finanziarie. Spesso i modelli innovativi, proprio per la specificità della materia e la complessità del PREM, divengono un modello per molte realtà in evoluzione. Ogni progetto porta con sè forti elementi di peculiarità, diventando un ‘cantiere’ di ispirazione per altri, dove l’aula rappresenta il luogo di disseminazione e confronto.

 

Pubblicazioni del Direttore e approfondimenti

Il Public- Private Partnership:
l'evoluzione Stato-mercato in opere pubbliche e infrastrutture
Roma, Carocci Editore, 2017


Il volume illustra il concetto e l’applicazione del partenariato pubblico-privato (PPP) per le opere pubbliche e per le infrastrutture. Si può così leggere come l’evoluzione Stato-mercato abbia permeato l’Italia negli ultimi venti-trent’anni nell’ideazione, costruzione, gestione e funzionamento di questo settore, e prefigurare anche lo scenario futuro. Il testo introduce il concetto di montaggio (assembly) del PPP, cioè la creazione di un’equivalente impresa pubblica e privata strategica per il paese. Il futuro dell’Italia dipenderà anche dalla capacità di creare una struttura di PPP in grado di guidare lo sviluppo, con una revisione di discipline, professioni, saperi e conoscenze accademiche con nuovi profili, strumenti e competenze. Infine, il libro prende in esame sul PPP i fondamenti del D.Lgs. 50 del 2016 (CDCP) e il decreto correttivo del 19 aprile 2017 e ne analizza le applicazioni.

Chi frena lo sviluppo del Public Real Estate.
Prof. Remo Dalla Longa, SDA Professor di Public Management & Policy

La crisi attenua gli effetti dei mutamenti strutturali apportati dai
cambiamenti normativi e di mentalità.
Valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico (Public real estate, Pre) e
partnership pubblico-privato (PPP) sono fondamentali per il rilancio
dell’economia. Elementi strutturali hanno contribuito negli anni a trasformare Pre
e Ppp, mentre elementi congiunturali, come la crisi, hanno influito negativamente
sul loro sviluppo, frenando in particolare il Public real estate...

 

Approfondisci

 

#HotTopics - Parliamo di "Montaggio di infrastrutture urbane"
con Remo Dalla Longa

Parliamo di temi manageriali di frontiera con la Faculty SDA Bocconi. Una chiacchierata con docenti esperti per condividere know-how  e approfondire aree tematiche specifiche.

Remo Dalla Longa
Direttore
Modalità di partecipazione
Richiedi informazioni

E’ possibile effettuare l’iscrizione immediata a GePROPI, compilando l'apposita scheda di iscrizione (a breve su questa pagina web). Nel caso di iscrizione immediata a GePROPI con fatturazione e pagamento anticipato del prezzo, è previsto uno sconto del 20% sul totale delle quote dei programmi prescelti (durata minima complessiva di 15 giorni nell'arco del 2020). Il costo del progetto sul campo relativo al Business Excellence Certificate è da valutarsi caso per caso con il coordinatore del percorso. 

Per ulteriori informazioni sulle modalità di partecipazione a GePROPI è possibile contattare Patrizia Trivellato, tel. +39 025836.6605 (o Lorella Binetti segreteria GePROPI +39 025836.6866).

 

GePROPI è sviluppato in sinergia con PREM - Pubblic Real Estate Management Lab di SDA Bocconi, un luogo di creazione e diffusione di conoscenza di standard internazionale sulla gestione del patrimonio immobiliare legato alle opere pubbliche, delle infrastrutture e degli asset immobiliari pubblici e privati. www.sdabocconi.it/prem

 

I prossimi passi

Articoli correlati

Il network che migliora la sanità
Tempo richiesto 5 min
Il DL Semplificazione: nuovo adempimento o un’opportunità...
Autori
Tempo richiesto 57 min
Cosa abbiamo imparato fino a qui della PA alla prova dell...
Autori
Tempo richiesto 4 MIN