Il business degli aeroporti tra presente e futuro: Il punto di vista di Marco Troncone

Il CEO di Aeroporti di Roma incontra gli studenti EMBA di SDA Bocconi per raccontare il percorso di crescita dell’azienda e confrontarsi sulle nuove sfide del trasporto aereo

SHARE SU

Marco Troncone, ex Full-Time MBA dell’edizione 21, e oggi CEO di Aeroporti di Roma, è stato l’ospite dell’evento della serie “CEO Talks” di SDA Bocconi. Un’occasione per condividere con gli studenti EMBA le sue esperienze e la sua visione, con Carlo Altomonte, Professore Associato di Economics in SDA Bocconi, a guidare la conversazione.

Marco Troncone comincia della sua realtà aziendale, raccontando come sia cambiata nel corso degli anni. “Aeroporti di Roma nasce come società pubblica, strutturalmente molto integrata con Alitalia. Una condizione che rimane invariata fino al 1997, quando viene avviata una privatizzazione conclusa tre anni dopo con la dismissione delle partecipazioni detenute dallo Stato”.  

Soltanto nel 2012, con la firma di un nuovo contratto e con un impegno di investimento più strutturato, Aeroporti di Roma è finalmente diventata una vera e propria partnership pubblico-privata di successo. “Basti pensare che dal 2012 ad oggi” – sottolinea Troncone – “abbiamo speso tra i 2.3 e i 2.4 miliardi di euro in investimenti strutturali, presidiato efficacemente l’operativo, internalizzato tutta una serie di fattori di produzione, assicurando maggiore attenzione al conto economico”.

Un decennio di crescita e di grande recupero per la società, che Troncone suddivide in tre fasi distinte. “La prima  è rivolta alla parte aeronautica, certamente prioritaria. In una seconda fase che prosegue da circa 8 anni, abbiamo lavorato sulla qualità e per lo sviluppo del business non aeronautico, in particolare sul food e il made in Italy. Adesso siamo entrati in una terza fase: oggi un key driver è la digitalizzazione come leva tecnologica per offrire un’esperienza più smart ai nostri clienti. L’altro key driver è la sostenibilità in senso ampio: ambientale, integrata nello sviluppo, sociale e nella strategia di governance.

Proprio alla lotta al cambiamento climatico e alla decarbonizzazione del trasporto aereo, Troncone dedica l’ultima parte del suo intervento. Un tema evidentemente sentito, considerato che il trasporto aereo genera circa il 2% delle emissioni di gas serra in atmosfera a livello globale. “Stiamo parlando di 50 miliardi di tonnellate di CO2, un problema gigantesco.” – afferma Troncone – “Sappiamo che ci sono tecnologie promettenti, come a tendere gli aerei a idrogeno o lo sviluppo che si sta facendo del SAF (Sustainable Aviation Fuel) verso i combustibili sintetici ma ci vorranno anni prima che queste soluzioni siano economicamente sostenibili. Per questo motivo abbiamo avviato, noi di Aeroporti di Roma, quella che possiamo definire una COP (Conference Of Parties) settoriale che comprende aziende private e rappresentanti istituzionali e che stiamo presentando come best practice italiana anche a livello europeo. Lo scopo è definire una roadmap di riduzione delle emissioni per il nostro settore che sia credibile, realizzabile e science based.”


SDA Bocconi School of Management

News Correlate

27 gennaio 2023
In filiera si vince: la buona governance ...
In filiera si vince: la buona governance delle imprese più grandi fa crescere anche quelle piccole
Secondo il rapporto 2023 del Corporate Governance Lab, se le ...
Scopri di più
26 gennaio 2023
Farmaci di automedicazione: una risorsa da ...
Farmaci di automedicazione: una risorsa da valorizzare nel nuovo assetto del sistema salute
CERGAS SDA Bocconi ha presentato i risultati di uno studio DELPHI ...
Scopri di più
26 gennaio 2023
Empowerment femminile e rappresentazione ...
Empowerment femminile e rappresentazione della donna di successo: traguardi raggiunti e prospettive future
Scopri di più