LIFT Lab, un nuovo sguardo sulle life science

LIFT Lab, SDA Bocconi School of Management

SHARE SU

C’è una nuova star sotto i riflettori dell’opinione pubblica, dei media e naturalmente della comunità scientifica mondiale: il suo nome è “life science”, scienza della vita. La recente pandemia ha accentuato la centralità di quest’area, portandola più vicina alla vita di ciascuno di noi. Ma l’importanza di questa disciplina non è nuova e le sue scoperte hanno migliorato le nostre vite nell’arco della storia. L’aumentata capacità computazionale, l’esponenziale crescita di dati digitali facili da raccogliere e analizzare, la pervasiva adozione dell’intelligenza artificiale dalla robotica alla diagnostica, dal drug discovery al Consumer Electronics (CE) hanno aperto una fase di innovazione legata alla convergenza tra life science, biotech e digital tech. Non è un caso che giganti del digital tech stiano entrando sempre più prepotentemente nell’ambito un tempo riservato ad aziende esclusivamente life-science: Google ha creato Verily, Apple ha una intera divisione su Health, Miscrosoft ha un gruppo che si occupa di life science, NVidia ha una pratice dedicata a questi temi, solo per citarne alcuni.

Che contributo può dare una business school in questo ambito scientifico-tecnologico, a una disciplina apparentemente così distante dai temi di management? SDA Bocconi si è posta la domanda. La sua risposta si chiama LIFT Lab, un luogo in cui possano incontrarsi settori e competenze diverse e possa nascere una feconda contaminazione tra saperi. Fedele alla missione culturale della Scuola, il LIFT Lab vuole essere un think-tank sui temi di frontiera, qui rappresentati dalla confluenza tra scienze della vita e tecnologie digitali, con particolare attenzione all’impatto sul business e sulla società. Il LIFT Lab – diretto da Anna Gatti, Professore associato di Practice in Strategy and Entrepreneurship con una vasta esperienza maturata nell’OMS e nelle Big Tech della Silicon Valley – si avvale della preziosa collaborazione di due affermati centri di competenza di SDA Bocconi, CERGAS e DEVO Lab, , e di una partnership con il MIT di Boston, oltre che del contributo di una comunità ampia e interdisciplinare di professionisti, esperti e ricercatori. SDA Bocconi diventa così la prima Scuola “non tecnica” ad affrontare i temi economici, di business, regolamentari ed etici delle life science con rigore sistematico e capacità di integrare le diverse prospettive.

Attenzione alle ricadute pratiche sulla realtà imprenditoriali e corporate significa rispondere anche a domande precise: quali di queste nuove tecnologie sono efficienti? Quali sono pronte a espandersi nel mercato consumer? Questa nuova tecnologia specifica è pronta per la mia organizzazione? E la mia organizzazione è pronta per questa nuova tecnologia? Esiste la cultura adatta per perseguire con successo un’innovazione o come la si crea? Se è vero che gli investimenti delle Big Tech nel settore delle scienze della vita sono in costante crescita da quasi un decennio e che l’allungamento delle aspettative di vita della popolazione fa crescere la domanda, resta cruciale capire quanto una tecnologia è matura per essere adottata su larga scala e conoscerne gli aspetti economici, organizzativi, normativi ed etici.

Tra i membri fondatori del Lab si annoverano aziende del campo delle life science e fornitori di tecnologie, società di servizi, di consulenza, società finanziarie e investitori. Grazie alla forza del suo network il LIFT Lab è in grado di esplorare la convergenza tra tecnologia digitale e scienze della vita, valutare gli investimenti in questo settore, disegnare una roadmap delle biotecnologie, definire modelli di business, metodi e strumenti di misurazione ad hoc, nonché strategie di business e linee operative che valorizzino le nuove tecnologie.

L’attività di ricerca è la modalità privilegiata con cui il Lab costruisce risposte mirate ed efficaci. In particolare il LIFT Lab Radar, uno strumento in grado di valutare l’ecosistema e l’impatto dell’applicazione delle life science nelle medie e grandi aziende, supportando i manager nei processi decisionali. Lo HIT Radar è il risultato di un processo metodologico progettato per avere un panorama e una chiara tassonomia delle tecnologie emergenti in tutti i settori life science, valutarle in modo oggettivo e conoscere il loro l’impatto nel contesto economico nazionale. I fondatori del Lab possono poi proporre argomenti di ricerca che vogliono esplorare una tecnologia specifica oppure considerarne diverse in una prospettiva comparata, nonché finanziare un particolare filone di ricerca.





SDA Bocconi School of Management.

News Correlate

17 settembre 2021
L’MBA SDA Bocconi sale sul podio europeo. Al ...
L’MBA SDA Bocconi sale sul podio europeo. Al 1° posto per la compensation
Nell’European B-Schools Ranking 2021 di Bloomberg Businessweek
Scopri di più
17 settembre 2021
Il viaggio di SDA Bocconi verso il Lifelong ...
Il viaggio di SDA Bocconi verso il Lifelong Impact
SDA Bocconi nel gruppo delle Scuole BSIS-EFMD
Scopri di più
15 settembre 2021
Il futuro della leadership ibrida
Il futuro della leadership ibrida
SDA Bocconi Insight - Sotto la Lente
Scopri di più