L’azienda come un’orchestra

SHARE SU

Milano, 23 febbraio 2019
Quanto è importante per un primario ospedaliero o per il dirigente di una ASL saper cantare in coro “Tanti auguri a te”? Possiamo scommettere che nessuno dei partecipanti alla 18a edizione di MIMS – Master in Management per la Sanità al momento dell’iscrizione si è posto questa domanda. L’inattesa risposta è arrivata nel corso di un incontro che i partecipanti hanno avuto con Gianna Fratta, direttrice d’orchestra di livello internazionale, prima donna a dirigere il concerto di Natale in Senato nonché ensemble del calibro dei Berliner Symphoniker, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma o la Royal Academy di Londra. L’iniziativa si è svolta all’interno del ciclo di eventi MimesisMiMS che consente agli studenti di esplorare suggestioni provenienti da altri settori diversi dalla sanità

 

Una lezione di leadership del tutto particolare. Cantare anche solo “Tanti auguri a te!” con e senza un direttore d’orchestra fa la differenza, è una delle caratteristiche del leader quella di valorizzare tutti gli strumenti e tutte le diverse espressioni musicali. Così continua Gianna Fratta: “Tutti i ruoli sono fondamentali, nell’orchestra e così penso anche nella vita, ma tutti hanno una loro peculiarità”,  “Un leader deve rispettare tutti, mettendo a nudo le sue qualità umane”. Un insegnamento fondamentale nel mondo della tutela della salute che pone al centro degli interventi i fabbisogni delle persone non solo fisici ma anche emotivi e relazionali.

 

Onori e oneri del ruolo. Esistono molti elementi emersi dalla testimonianza che aiutano a comprendere il ruolo della direzione delle aziende sanitarie e degli apicali in sanità. “Non a caso chi guida un’azienda sanitaria è detto Direttore generale: spesso non è uno specialista di alcuna delle discipline in campo medico, ma è capace di armonizzarle. Proprio come un direttore d’orchestra che non sa suonare tutti gli strumenti che dirige” ha commentato il Direttore del MiMS, Valeria Tozzi.

 

Prepararsi al successo. Fratta ha voluto concludere la sua esperienza MiMS con un suggerimento: “decidete su cosa puntare e osate con impegno, studio e responsabilità”. Considerando che il consiglio viene da una donna che è riuscita a farsi strada con il talento e la determinazione in un ruolo ancora prevalentemente maschile, non poteva che essere apprezzato.

 

 

 

News Correlate

18 marzo 2019
Le mille vite di un produttore di scarpe sostenibili
Le mille vite di un produttore di scarpe sostenibili
Global Executive MBA - Una storia di successo
Scopri di più
12 marzo 2019
Gli Executive MBA per la Milano Marathon 2019: #run4Bocconi
Gli Executive MBA per la Milano Marathon 2019: #run4Bocconi
Scopri di più
08 marzo 2019
Row to Grow: un EMBA SDA Bocconi è sempre in voga ...
Row to Grow: un EMBA SDA Bocconi è sempre in voga – anche a Roma
Executive MBA
Scopri di più