Il giovane manager sogna ancora la crescita in un’azienda, innovativa e internazionale

SHARE SU

Si preferisce ancora l’azienda affermata alla start-up, secondo una survey tra 370 studenti e alumni MBA di tutto il mondo svolta da SDA Bocconi, e le aziende ideali sono Google, LVMH o McKinsey.

Cosa sogna oggi il giovane manager? Crescere in un’azienda innovativa, piuttosto che lanciare una start-up, e all’estero. E’ questo l’orientamento principale sullo sviluppo della loro carriera emerso da una survey condotta da SDA Bocconi tra 370 studenti e alumni MBA provenienti da 45 paesi, e con età media di 30 anni, che parteciperanno alla Rolex MBA Conference & Regatta 2016 dal 30 settembre al 2 ottobre a Santa Margherita Ligure. Interrogati sulla loro azienda ideale i top brand risultano Google, LVMH e McKinsey.

Nonostante si parli oggi molto di start-up e imprenditorialità il 69% indica di preferire ancora crescere in un’azienda affermata piuttosto che lanciare una propria impresa (31%). In un percorso però flessibile che preveda di cambiare posizione in più occasioni (72%) piuttosto che la crescita verticale nella stessa azienda (28%). Un percorso professionale da sviluppare poi preferibilmente all’estero (60%) e non nel proprio paese d’origine (40%).
Il settore della consulenza e dei servizi professionali è quello che i rispondenti indicano poi come il più attraente per la propria carriera. A seguire il settore finanziario e assicurativo, quello della moda, design e lusso, il settore dell’energia e poi l’ICT. Nell’indicare poi le loro aziende ideali i rispondenti hanno segnalato Google, LVMH e McKinsey come le top 3 seguite da BCG, Tesla, Bain, General Electric, Goldman Sachs e JP Morgan.

Anche le caratteristiche e i valori della cultura aziendale hanno la loro importanza nelle scelte professionali e i rispondenti indicano come l’essere innovativa quella a cui danno più importanza. A seguire si preferisce un’azienda che dia valore alla formazione dei dipendenti, che sia orientata ai risultati, che dia valore alla qualità e che sia internazionale.
“I risultati della survey sono interessanti perché indicano che i candidati MBA attribuiscono importanza alla qualità delle aziende in cui vorrebbero lavorare ma anche alla flessibilità del proprio percorso di carriera e al respiro internazionale dell’esperienza lavorativa. Va peraltro notato che una percentuale non modesta, parliamo di circa 1 rispondente su 3, sempre più vede l’avvio di un’iniziativa imprenditoriale come una sfida da cogliere anche in un contesto economico particolarmente incerto come quello attuale”, commenta Stefano Gatti, direttore del Full-Time MBA di SDA Bocconi.
I 370 partecipanti alla survey provengono dalle 19 business school da tutto il mondo che si sfideranno a Santa Margherita Ligure dal 30 settembre al 2 ottobre per il trofeo della Rolex MBA Conference & Regatta 2016 organizzato dal Sailing club di SDA Bocconi, in collaborazione con lo Yacht Club Italiano e con la partnership di Rolex. I partecipanti saranno impegnati in tre giornate intense divise tra sfide in mare, confronto e networking e provengono da scuole tra cui, oltre SDA Bocconi, ci sono INSEAD, London Business School, IESE, Harvard, MIT, Columbia e Hong Kong University of Science and Technology.

Fonte: ViaSarfatti25
 

News Correlate

19 luglio 2021
La sfida tecnologica per la formazione ...
La sfida tecnologica per la formazione manageriale
SDA Bocconi Insight - Sotto la Lente
Scopri di più
19 luglio 2021
NextGenerationPA, cinque tappe verso la ...
NextGenerationPA, cinque tappe verso la pubblica amministrazione di domani
La conclusione dell’anno EMMAP
Scopri di più
16 luglio 2021
Row to Grow: un EMBA è sempre in voga
Row to Grow: un EMBA è sempre in voga
Scopri di più