Giovedì, 2 Novembre 2017

DIGITAL IMPACT: TARGETING THE POST-DIGITAL ERA

Presso il foyer dell'aula Magna dell’Università Bocconi si è svolto l’evento annuale del DEVO Lab, Digital and Enterprise Value and Organization di SDA Bocconi, con un focus sul Targeting the Post-Digital Era.
Già nel 1980 l’informatico statunitense Nicholas Negroponte aveva introdotto il tema, parlando di quel che sarebbe successo quando le emergenti tecnologie digitali sarebbero divenute pervasive e inglobate in ogni aspetto della nostra società. Il DEVO Lab, coordinato Gianluigi Castelli, ha ripreso ed esteso il tema, puntando l’attenzione su quel che le aziende, in quanto realtà contemporanee, dovrebbero fare per evitare la trappola dell’hype su qualsiasi argomento contenente la parola “digital” e virare verso un più sensato modello di savvy-adoption.


Il “digitale” infatti non è più qualcosa a cui si dovrebbe guardare con stupore e meraviglia, ma piuttosto un insieme di tecnologie che si dovrebbe dare per normalmente incorporato nel mondo che ci circonda (come già fanno le nuove generazioni).

Su questa riflessione si è focalizzato l’intervento di Paolo Scaroni, Deputy Chairman della banca d’affari Rothschild & Co., che ha esposto la sua personale visione del mercato petrolifero, le sue interconnessioni con gli avanzamenti tecnologici ed il sempre più rilevante ruolo delle nuove tecnologie all’interno dell’infrastruttura di scambio energetico globale a supporto della graduale affermazione delle fonti rinnovabili.


A seguire, Severino Meregalli,direttore scientifico del DEVO Lab, si è concentrato sul manifesto post-digital del Lab, incentrato sul principio che il valore del digitale per un’azienda nasca dalla vision che la stessa vi costruisce sopra. In quest'ottica, l’azienda non va definita “digitale”, ma “contemporanea”, nel momento in cui esprime una serie di mindset e principi quali il superamento delle logiche duali, un profondo trust nelle competenze tecnologiche, l’adozione di una logica di integrazione dei sistemi e di inclusione delle risorse umane al di là delle etichette generazionali. Luigi Carrarini, Head of Technology Infrastructures and Systems presso ANAS e responsabile del progetto Smart Roads, ha successivamente contribuito presentando la propria vision del future alla luce delle odierne tecnologie, coniugando una tecnologia vecchia di duemila anni come la strada e una nuova come l’Internet of Things.


L’intervento ha offerto un’interessante lettura in chiave prospettica di quelle che saranno le strade del futuro e di come nel futuro sarà il concetto stesso di viabilità a cambiare radicalmente. Gianluca Salviotti, SDA Professor di Information Systems e Digital Transformation ha poi espanso la prospettiva di analisi tecnologica, nominando i principali contributi di ricerca dell’anno del DEVO Lab e focalizzandosi in particolare  sull’HIT (High Impact Technologies) Radar, illustrando l’evoluzione dei trend di adozione ed impatto delle tecnologie dal 2016 al 2017 e ribadendo l’importanza che ognuno sia declinato nello specifico contesto aziendale per essere tradotto in valore concreto. Infine, Federico Casalegno e Yihyun Lim, del MIT Mobile Experience Laboratory, partner del DEVO Lab sul fronte dello scouting di nuove tecnologie, hanno descritto il lavoro svolto nell’ambito del loro laboratorio, i principi di innovazione propri delle metodologie di design thinking e le nuove modalità di fruizione di beni e servizi abilitati dalle tecnologie digitali.


SDA Bocconi School of Management

EVENTI

23 Novembre 2017, 18:30

Un open cocktail per guardare i programmi MBA da un'altra prospettiva e incontrare in un contesto informale i Direttori MBA e il Recruiting and Admissions Team, gli Alumni e altri potenziali candidati.