Il Direttore racconta

Cara candidata, caro candidato,

i bisogni crescenti di una società che sta cercando di uscire da una crisi non solo economica, ma anche istituzionale e sociale, richiedono a chi ricopre ruoli di responsabilità dentro le amministrazioni pubbliche la capacità di dare risposte rapide, efficaci e durature. D’altra parte, la capacità di risposta del sistema pubblico da diversi decenni è stata compromessa dalla riduzione di risorse a disposizione e da un perimetro di vincoli normativi talvolta inadeguato e spesso contraddittorio. Ma ora ci troviamo in un momento di grande discontinuità rispetto al passato in cui è richiesto alle amministrazioni di saper traguardare risultati concreti attraverso la messa a terra di una riforma della PA, di nuovi progetti e investimenti su cui ci siamo impegnati come Sistema Paese.

Per queste ragioni, dirigere le amministrazioni pubbliche è una sfida sempre più impegnativa, ma allo stesso tempo di vitale importanza per il rilancio del sistema economico e sociale. Qui si colloca la missione di EMMAP: sostenere e supportare i manager della PA e impegnati nella gestione dei servizi di interesse pubblico che vogliono vincere la  sfida di porre le pubbliche amministrazioni al servizio della crescita del nostro paese, convinti che la qualità delle persone e delle loro competenze possa fare la differenza.

Anche le opportunità di carriera dentro i nostri enti pubblici saranno sempre più ancorate alla capacità reale delle persone di fare la differenza dentro le organizzazioni. EMMAP è un luogo dove allenare questa capacità, attraverso il confronto costante con i docenti e con i colleghi e la possibilità di lavorare sin dal primo giorno di master alla soluzione di problemi reali.

Per tradurre in pratica la nostra missione, EMMAP propone una metodologia didattica articolata, affinata negli anni di esperienza di formazione executive e allineata alle migliori pratiche internazionali, che possiamo sintetizzare in tre elementi:

1) FARE management: ad EMMAP non si parla solo di management pubblico, ma lo si fa. Ogni partecipante è chiamato a realizzare nel corso dell’anno di master un progetto concreto di innovazione manageriale, individuato sulla base delle necessità dell’ente di provenienza, sviluppato grazie al supporto di un docente che segue individualmente il partecipante e il suo ente nel processo di pianificazione, implementazione e valutazione del progetto.

2) CONNETTERE livelli di governo: ad EMMAP il centro incontra la periferia e viceversa. EMMAP è un luogo di formazione più unico che raro in Italia dove i manager pubblici di ogni livello istituzionale (centrali, regionali, locali) imparano a lavorare fianco a fianco per un anno, su problemi condivisi.

3) INTERNAZIONALIZZARE le reti e le competenze: se lo sviluppo delle competenze di management viene dal confronto, allora occorre allargare il più possibile gli orizzonti dello scambio. Per questa ragione un intero modulo di EMMAP è realizzato all’estero, tra Bruxelles e Lussemburgo, presso la Commissione Europea e la Banca Europea per gli Investimenti (BEI).

Per questa ragione, EMMAP si rivolge a persone attive nelle amministrazioni pubbliche (dirigenti, funzionari che ricoprono responsabilità gestionali, professionisti che lavorano per il settore pubblico) accomunate dalla convinzione che la qualità dell’azione pubblica sia un vettore essenziale di sviluppo della società, e dalla fiducia che la qualità dell’azione pubblica dipende anche dal valore del contributo dei singoli.

Se la sfida che abbiamo intrapreso e il metodo con cui la affrontiamo sono anche i tuoi, saremmo lieti di poterne discutere di persona.

Silvia Rota

Direttore EMMAP | SDA Bocconi School of Management