Seguendo il filo rosso dell’Italian Excellence

Un’iniziativa congiunta MAFED, MFB e MAMA

SHARE SU

Quali sono le note che rendono inconfondibile l’Italian Sound nel mondo? La risposta “globale” e pressoché unanime è: l’arte, la creatività, la moda, il design e l’enogastronomia. Non è poco ma non basta. Per evitare il rischio dello stereotipo è necessario distillare l’essenza, trovare il denominatore comune di questi ambiti di attività così diversi tra loro. Si arriva a scoprire un mix unico e inimitabile di gusto, competenza ed esperienza, saper fare e saper vivere, tenuto insieme da una managerialità capace di valorizzare la tradizione e di puntare sull’innovazione. È questo che rende famose nel mondo le eccellenze italiane.

Il fil rouge “Italian Excellence” è anche quello che unisce tre dei Master internazionali di SDA Bocconi: MAFED - Master in Fashion, Experience & Design Management, MFB - Master of Management in Food & Beverage e MAMA - Master in Arts Management and Administration. Un filo conduttore che non può essere tenuto sotto traccia. È nato da questa consapevolezza il progetto del corso Italian Excellence. Insights on Italian Symbol-Intensive Industries, pensato e realizzato per i partecipanti dei tre Master e recentemente conclusosi con la presentazione dei progetti degli studenti alla presenza dei tre direttori, Emanuela Prandelli (MAFED), Vittoria Veronesi (MFB) e Andrea Rurale (MAMA). Il corso ha visto la partecipazione di figure di primo piano nei rispettivi campi quali Alberto Cavalli, Director Fondazione Cologni Mestieri d’Arte, Stefano Corrado, CEO di Richemont Italia, Stefania Lazzaroni, General Manager di Altagamma, Fabrizio Dosi, Chief Operating Officer di Marchesi de Frescobaldi, Riccardo Illy, President di Domori (Gruppo Illy), Gianluca Toniolo, Country General Manager di LVMH Italia, e Davide Usai, General Director FAI.

L’obiettivo del corso era quello di offrire una panoramica dei driver dell’eccellenza italiana nel management della moda e del design, dell’enogastronomia e dell’hotellerie, dell’arte e della cultura, settori nei quali i brand incorporano (anche) un forte valore simbolico. Ci si è concentrati sui modelli e sulle dinamiche di business prevalenti nonché sulle fonti di vantaggio competitivo in ambiti in cui l’effetto “Paese d’origine” risulta strategico e dove l’approccio manageriale nella valorizzazione del patrimonio culturale, nelle sue molteplici accezioni, diventa il segno distintivo di realtà imprenditoriali di successo.

Uno strumento metodologico fondamentale per cogliere l’essenza dell’Italian Excellence nelle sue concrete declinazioni è rappresentato dall’interazione tra pratica e teoria offerta dal corso. Una full immersion tra diverse realtà imprenditoriali dei tre settori ha aiutato i partecipanti a comprendere le ragioni del successo di brand che hanno saputo fondere la loro storia culturale con le spinte innovative necessarie a competere sul mercato globale.

A conclusione del programma, i gruppi di lavoro, ciascuno composto da studenti provenienti dai tre Master, hanno presentato progetti che ruotano sulle strategie con le quali le aziende di uno dei tre settori potrebbero espandersi negli altri due. Per i partecipanti – molti dei quali provenienti da altri Paesi – l’esperienza ha il valore aggiunto di essersi svolta a Milano, epicentro dell’Italian Style, da sempre hub internazionale della moda, della creatività e del design, una delle capitali culturali europee e una delle città in cui l’offerta del settore food & beverage e hospitality raggiunge i massimi livelli. Milano è il “place to be” per scoprire l’eccellenza italiana unendo cultura, business e innovazione.

“Arte, moda, design, food & beverage non sono solo tratti distintivi della qualità della vita che il mondo ci invidia”, sottolinea Enzo Baglieri, Associate Dean per la Master Division di SDA Bocconi, “ma anche il risultato di una competenza consolidata. MAFED, MFB e MAMA affrontano l’eccellenza italiana da tre angolazioni differenti ma con una costante attenzione alle specificità manageriali e alle grandi potenzialità di sviluppo di questi settori”.



SDA Bocconi School of Management.

 

Italian Excellence

News Correlate

23 maggio 2022
Creare e gestire team flessibili e resilienti
Creare e gestire team flessibili e resilienti
SDA Bocconi Insight - Scaffale - L. Caporarello, M. Magni
Scopri di più
23 maggio 2022
L’inclusione? Un valore, non un’etichetta
L’inclusione? Un valore, non un’etichetta
Diversity in Business, un incontro organizzato dal Club LGBTQ+ di ...
Scopri di più
23 maggio 2022
Tra risorse e riforme, i risultati sono ...
Tra risorse e riforme, i risultati sono (anche) un tema di management
Lo Study Tour di EMMAS 19 e 20 in Germania
Scopri di più