AXA-SDA Bocconi: mettere big data e AI al servizio del cliente

Al via il programma Su Misura “Insurance Data Management"

SHARE SU

Se è vero che i dati stanno all’economia del 21° secolo come il petrolio sta a quella del secolo scorso, è anche vero che diventa sempre più urgente costruire le competenze necessarie a trasformare la “materia prima” in risorsa strategica. È quello a cui punta il Gruppo assicurativo AXA Italia con il programma “Mastering Data for Insurance” progettato e realizzato con la Formazione Su Misura di SDA Bocconi e giunto ora alla seconda edizione. La società ha infatti il duplice obiettivo di tradurre le esigenze del business nel linguaggio dei data e computer scientists e di comprendere tutto il potenziale per il business degli algoritmi di machine learning e intelligenza artificiale. In una parola, di essere un’azienda data-driven in modo sempre più attivo e coerente.

Il settore assicurativo è tra quelli che possono sfruttare maggiormente il potenziale dei big data per prendere decisioni strategiche e migliorare l'efficienza operativa non solo in termini di contrattazione e di gestione dei sinistri, le aree di attività più ovvie, ma anche nel ramo vita, che ha una componente di investimento, e nel wealth management in generale. L’intelligenza artificiale può offrire grandi opportunità nell’interazione con i clienti, nella loro profilazione e nell’offerta di servizi sempre più rispondenti alle loro esigenze, ma deve essere impiegata con la costante attenzione ai profili etici e di tutela della privacy.

Sono tutte istanze presenti nella scelta di AXA Italia di investire nella formazione su questi temi. Dopo la prima edizione dello scorso anno nata per accelerare lo sviluppo di capacità strategico-applicative nella gestione del patrimonio aziendale “data”, la compagnia assicurativa rilancia ora con questo corso di perfezionamento che rientra nel programma di upskilling “Mastering Data for Insurance”. Al corso partecipano 25 persone provenienti da 11 diverse aree aziendali per fare in modo che si crei una “contaminazione positiva” all’interno dell’azienda stessa e si sviluppi un approccio “olistico” e trasversale all’utilizzo dei dati. Diffondere la “cultura del dato” e le relative competenze è infatti il presupposto per concepire e sviluppare servizi sempre più customer-centered e vincere una sfida competitiva sempre più alta.

Il programma avrà una durata di 150 ore articolate in 7 moduli nell’arco di un anno durante il quale partecipanti acquisiranno dimestichezza con la sintassi di Python, il machine learning, il deep learning e la data visualization declinati in campo assicurativo.

La Formazione Su Misura SDA Bocconi ha sviluppato per questo programma strumenti didattici specifici tra cui una piattaforma evoluta da cui scaricare e consultare il materiale didattico, la possibilità di seguire le lezioni in modalità “blended”, in aula e online (con erogazione sincrona e asincrona), e una flessibilità organizzativa che consente di estendere la partecipazione ad alcuni moduli anche agli executives.

“Continua l’impegno di AXA Italia per costruire le skill del futuro investendo sulle persone e per dotarle di competenze applicabili subito ed utili per il business e i clienti. Quest’anno lo facciamo con dei contenuti rinnovati in chiave customer e sempre più tarati sulla nostra realtà” ha commentato Simone Innocenti, Direttore HR, Organization & Change Management del Gruppo AXA Italia.

“Vogliamo offrire ai nostri clienti la migliore esperienza sfruttando tecnologia e digitale, puntando su nuovi servizi e modelli di business, andando oltre l’assicurazione per soddisfare le loro aspettative e risolvere i loro problemi. Stiamo lavorando, ormai da 3 anni, sulla infrastruttura e sull’investimento in cultura e competenze sui data, coinvolgendo tutta l’organizzazione” ha sottolineato Anna Maria Ricco, Chief Transformation Officer del Gruppo AXA Italia.

“Siamo molto felici di poter contribuire a questo importante progetto di upskilling messo in campo da AXA su temi come i big data, l’intelligenza artificiale e il machine learning, oramai centrali nei percorsi formativi sia dell'Università Bocconi che di SDA Bocconi”, ha dichiarato Gaia Rubera, Program Director.

News Correlate

01 luglio 2022
La sfida per la finanza: misurare la ...
La sfida per la finanza: misurare la sostenibilità per incidere sui comportamenti
Executive Master in Finance - EMF CEO Forum
Scopri di più
13 giugno 2022
EMF CampUS: il circolo virtuoso di pratica ...
EMF CampUS: il circolo virtuoso di pratica manageriale e metodologia in finanza
Executive Master in Finance - EMF CampUS
Scopri di più