Il nuovo Campus SDA Bocconi è “edificio verde” certificato LEED

Raggiunto il massimo riconoscimento energetico e ambientale

SHARE SU

La sostenibilità? Si vede, si tocca, si abita. Lontana dalle mere enunciazioni di principio, SDA Bocconi ha dato il suo concreto contributo ambientale alla città realizzando col nuovo Campus un vero “edificio verde” certificato. Sotto la guida dell’autorevole Istituto di Certificazione e Marchio Qualità (ICMQ) il Campus, composto da tre edifici che comprendono anche il centro sportivo e la residenza universitaria, è stato classificato “Platinum” che rappresenta il massimo livello nell’ambito della certificazione LEED (Leadership in Energy and Environmental Design), il sistema di valutazione degli edifici ecologi più utilizzato a livello globale e un marchio di eccellenza per un’architettura sostenibile.

È un successo che parte da lontano, fin dalla fase di ideazione del campus, ed è frutto del lavoro di squadra tra l’Università Bocconi, lo studio di architettura giapponese Sanaa di Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawae che ha firmato il progetto e le varie imprese fornitrici che, coordinate dalla squadra di ICMQ, hanno sistematizzato tutte le fasi di realizzazione per garantire alti livelli di comfort interno e le massime prestazioni energetiche.

Bastano pochi numeri per dare l’idea del grande risultato raggiunto in termini di drastica riduzione dell’impatto ambientale:

  • 74% di riduzione dei consumi energetici totali annui grazie al fotovoltaico installato che contribuisce al 19% dei costi annui;
  • 42% di riduzione dei consumi idrici indoor totali annui, grazie alla scelta di apparecchiature (rubinetti, docce, apparecchiature igienico-sanitarie) ottimizzate alla riduzione del flusso;
  • 97% di riciclo dei rifiuti di costruzione, tramite un’attenta organizzazione delle attività di lavorazione, raccolta e stoccaggio dei materiali di scarto;
  • 32% di materiali da costruzione provenienti da riciclo, attraverso una metodica selezione e verifica da parte dei consulenti LEED, riducendo così gli impatti derivanti dall’estrazione e dalla lavorazione delle materie prime;
  • 47% di materiali da costruzione di provenienza regionale, estratti e lavorati a distanza limitata rispetto al cantiere, in modo da usare risorse locali e ridurre gli impatti ambientali derivanti dal trasporto;
  • utilizzo di prodotti e materiali basso-emissivi per assicurare la qualità dell’ambiente interno. Sono stati infatti utilizzati vernici, adesivi, rivestimenti con bassissimi valori di emissione di sostanze chimiche dannose.

Inoltre tutti gli edifici sono progettati per garantire l’ideale penetrazione della luce solare e per ottimizzare la ventilazione naturale, minimizzando così l’utilizzo dell’illuminazione artificiale e i relativi i consumi energetici. C’è anche un sistema di raccolta e riutilizzo dell’acqua piovana.

La certificazione LEED è l’ultima tappa, in ordine di tempo, del viaggio verso la sostenibilità che SDA Bocconi ha intrapreso da anni e che fa parte del suo “messaggio culturale” come delle sue azioni concrete.



SDA Bocconi School of Management

News Correlate

27 luglio 2022
E&M d’estate: mari e monti come risorse (non ...
E&M d’estate: mari e monti come risorse (non solo turistiche)
Economia&Management
Scopri di più
18 luglio 2022
Blockchain e metaverso fanno decollare gli ...
Blockchain e metaverso fanno decollare gli investimenti in startup
DEVO Lab - Digital Enterprise Value and Organization
Scopri di più
11 luglio 2022
Digital Futures Academy: Capgemini e SDA ...
Digital Futures Academy: Capgemini e SDA Bocconi insieme per formare i professionisti della digital transformation
Rivolto a giovani neolaureati in discipline STEM ed economiche, è ...
Scopri di più