MAMA, ..." /> MAMA, ..."> MAMA, ...">

Il MAMA apre le porte con Bradburne e Borletti Buitoni

SHARE SU

ALLA CERIMONIA DI APERTURA DEL MAMA, MASTER IN ARTS MANAGEMENT AND ADMINISTRATION DI SDA BOCCONI, IERI POMERIGGIO, UNA TAVOLA ROTONDA CON, TRA GLI ALTRI, IL NUOVO DIRETTORE DELLA PINACOTECA DI BRERA E IL SOTTOSEGRETARIO AI BENI CULTURALI

L’arte di gestire le arti, ovvero l’importanza di sviluppare competenze manageriali per sviluppare e supportare i settori culturali. E’ stato il tema della tavola rotonda che ha animato ieri in Bocconi la cerimonia di apertura del Master in arts management and administration (Mama) e che ha visto la partecipazione di diversi protagonisti delle istituzioni culturali, da Umberto Allemandi (Il Giornale dell’Arte), a James M. Bradburne, il nuovo direttore della Pinacoteca di Brera. Da Andrea Carandini, presidente del FAI a Claudia Ferrazzi (Accademia di Francia), ad Andreé Ruth Shammah (Teatro Franco Parenti). L’incontro ha visto anche l’intervento del sottosegretario di Stato ai Beni Culturali e al Turismo, Ilaria Borletti Buitoni.
 
Organizzato da SDA Bocconi e in collaborazione con Fondazione Altagamma, il Mama affronta  un tema centrale per l’alta industria creativa e culturale italiana: il management delle arti. Diretto da Alex Turrini,  è un programma internazionale rivolto a laureati in discipline umanistiche e a professionisti che lavorano per organizzazioni operanti in ambito artistico e culturale (musei, teatri, festival). Il master si propone  di sviluppare precise competenze manageriali e di leadership per coloro  che intendono operare nel settore delle arti. Grazie alla collaborazione con partner e istituzioni autorevoli, il Master offre ai partecipanti un programma ricco di progetti pratici, seminari, visite guidate e opportunità per sviluppare la propria carriera nel campo dell’arts Management.
 
L’affiancamento del Mama ai master su fashion, design e food risponde  alla missione di Altagamma, che è quella di promuovere e diffondere nel mondo le espressioni della cultura, dell’arte e dello stile italiano, sostenendo un comparto, quello dell’Industria Culturale e Creativa, che rappresenta il 4% del PIL nazionale ed occupa, direttamente o indirettamente, circa 500.000 persone.
 
Andrea Illy, presidente di Fondazione Altagamma ha affermato: “La collaborazione di Altagamma con SDA Bocconi per il progetto MAMA rientra nel più ampio accordo per la promozione dell'industria culturale e creativa italiana in un mercato mondiale che già oggi vale più di un trilione di euro e in cui l'Italia gioca un ruolo da protagonista. L'arte, come la moda, il design, il food, necessita di competenze di management dell'intangibile che SDA Bocconi, insieme alle imprese Altagamma, è oggi in grado di offrire con una proposta formativa che non ha eguali.”
 
Bruno Busacca, dean di SDA Bocconi School of Management, sottolinea il valore dei partner del progetto: “Oggi inauguriamo il MAMA: Master in Art Management and Administration, che punta alla valorizzazione del patrimonio culturale del Paese. Lavoreremo con il patrocinio, tra gli altri, della Filarmonica della Scala, del Fai, dei Musei Vaticani, della Fondazione Musei Civici di Venezia, Skira, Sky Arte, Teatro Franco Parenti, Fondazione Arena di Verona, Christie's, Balich Worldwide Shows, The Art Newspaper.”

Fonte: ViaSarfatti25

News Correlate

26 ottobre 2021
Mueller, i casi di un docente SDA tra i più ...
Mueller, i casi di un docente SDA tra i più venduti al mondo
Al 26° posto su quasi 9.000 autori
Scopri di più
25 ottobre 2021
Le app mediche meriterebbero di meglio
Le app mediche meriterebbero di meglio
Scopri di più
25 ottobre 2021
Dalla ricerca spaziale una risposta per ...
Dalla ricerca spaziale una risposta per l’emergenza climatica
La Conferenza Annuale del SEE Lab all’interno della Pre-Cop26
Scopri di più