Lifelong learning, investire in formazione per reinventare l’Italia

SDA Bocconi agli Stati generali dell’Economia

SHARE SU

Dalle crisi si può imparare. Se ora dobbiamo “reinventare il paese”, come ha dichiarato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte a conclusione degli Stati generali dell’Economia, abbiamo bisogno più che mai di capitalizzare gli insegnamenti di una crisi globale e di una paralisi delle attività senza precedenti. Le idee, la creatività e le competenze delle persone e delle organizzazioni sono state essenziali per superare il periodo più difficile e lo saranno a maggior ragione per ripartire. Non possiamo certo fermarci ora.

 

Formazione come risorsa economica strategica: una convinzione condivisa dallo stesso Primo Ministro che ha invitato sabato 20 giugno al tavolo degli Stati generali i rappresentanti della business education italiana: SDA Bocconi, nella persona del suo Dean Giuseppe Soda, Luiss Business School e Bologna Business School, rappresentati dai rispettivi Dean, Paolo Boccardelli e Massimo Bergami. Il tema del dibattito è il ruolo della formazione manageriale. Certamente cruciale per il futuro manageriale e professionale del Paese è la questione affrontata dalla nostra Scuola, quella della formazione permanente o lifelong learning.

 

La formazione non può più essere un’attività “a termine”. Gli attuali assetti dell’economia e del lavoro non lo permettono. Il lifelong learning non è più un’opzione per pochi ruoli specialistici ma diventa una necessità per tutti i profili professionali e una conditio sine qua non per il rilancio della competitività delle imprese e dell’intero sistema Paese.

 

I margini di miglioramento sono ampi per un Paese come il nostro dove la formazione post-universitaria è ancora un’attività troppo poco diffusa, concentrata maggiormente sugli uomini e fornita da soggetti istituzionali non sempre dotati di solide conoscenze scientifiche, efficaci metodologie didattiche e visione prospettica sugli sviluppi futuri del mondo del lavoro. Per tutte queste ragioni il compito della management education si fa più impegnativo e la sfida più alta. Ora più che mai è necessario creare i presupposti per avere – in un futuro che è dietro l’angolo – professionisti, manager e imprenditori in grado di lavorare davvero per un’Italia “moderna, sostenibile, inclusiva, verde”.

 

SDA Bocconi School of Mangement

News Correlate

17 marzo 2021
Cavaggioni, la sfida della leadership ...
Cavaggioni, la sfida della leadership “delocalizzata” ai tempi del Covid
Un incontro con i partecipanti GEMBA ed EMBA
Scopri di più
23 febbraio 2021
Innovazione sostenibile: la lezione del ...
Innovazione sostenibile: la lezione del settore automotive
SDA Bocconi Insight - Sotto la Lente
Scopri di più
23 febbraio 2021
Cillo: mirata, innovativa, applicabile. La ...
Cillo: mirata, innovativa, applicabile. La sfida della ricerca al tempo dei big data
Parlano i protagonisti della nuova organizzazione SDA Bocconi
Scopri di più

Programmi correlati