#WEAREOPEN: BOCCONI, INAUGURATI IL CAMPUS URBANO E L’ANNO ACCADEMICO

SHARE SU

25 novembre 2019
Alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è stato inaugurato il nuovo complesso, che si estende sui 35.000mq dell’ex Centrale del Latte, la metà dei quali a verde e aperti al pubblico. Annunciati anche un corso di laurea triennale in inglese in Mathematical and Computing Sciences for Artificial Intelligence e un nuovo acceleratore di imprese.

«We are open» è stato il motto dell’inaugurazione di un anno accademico all’insegna dell’apertura, questa mattina alla Bocconi. Alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, del Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, del Rettore della Bocconi, Gianmario Verona e del consigliere delegato, Riccardo Taranto, il Presidente dell’Università, Mario Monti, e il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala, hanno inaugurato il nuovo complesso del campus urbano della Bocconi, sull’area dell’ex Centrale del Latte.

L’anno accademico 2019-2020 trova la Bocconi in piena espansione. Ai 14.952 studenti di 99 nazionalità che frequentano i corsi di laurea e post-laurea si devono aggiungere i 12.144 manager di 75 paesi che hanno seguito i corsi di SDA Bocconi School of Management, la scuola di formazione post-esperienza. Il 60% dei corsi è in inglese e questi sono seguiti, in media, dal 38% di studenti internazionali. A un anno dal conseguimento del titolo il 95,2% dei laureati è occupato. E di questi il 27,5% lo è all’estero. Il corpo docente vanta 365 professori (il 31,5% donne e il 19,2% stranieri), la cui eccellenza anche nel campo della ricerca è riconosciuta dal tasso di successo nell’ottenimento dei finanziamenti competitivi dell’European Research Council (con 35 grant ospitati l’Università è la prima in Italia). Nel ranking di QS la Bocconi è quarta in Europa e sedicesima al mondo in Social Sciences and Management. SDA Bocconi School of Management ha poi ricevuto per altri cinque anni l’Accreditamento EQUIS entrando così nel gruppo ristretto di business school nel mondo ad avere ottenuto per 5 volte di seguito l’accreditamento pieno e confermando, unica in Italia, la sua appartenenza al ristretto gruppo di Business School a livello mondiale (a oggi solo 90 su più di 10.000 scuole) a essere in possesso dell’ambito triplo accreditamento AACSB- EQUIS -AMBA.

Con l’inaugurazione di oggi, il campus urbano dell’Università arriva così a coprire 90.000mq di terreno, tra cui i 35.000mq dell’ex Centrale del Latte (per un totale di 350.000mq di superficie calpestabile, 84.000 dei quali nella nuova area). Gli edifici del nuovo campus, dalle linee flessuose

e caratterizzati da trasparenze che esaltano il concetto di apertura, sono stati progettati dallo studio giapponese SANAA di Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa. Le opere, oltre alla residenza studentesca già funzionante da agosto 2018, comprendono 17.000mq di verde aperti al pubblico dal prossimo gennaio nelle ore diurne, così come sarà aperto al pubblico il centro sportivo polifunzionale, operativo dal prossimo anno accademico, con due piscine (una delle quali olimpica, da 50 metri), un’area fitness, un’arena sportiva con campo da basket/pallavolo e una running track al coperto. Nel nuovo campus, SDA Bocconi riunisce le proprie attività in un unico, modernissimo complesso, fatto di quattro edifici all’avanguardia in termini di sostenibilità, che garantiscono autosufficienza energetica su base annua, assenza di emissioni nocive e pompe di calore e gruppi frigoriferi alimentati ad acqua senza consumo fisico della stessa. Le coperture degli edifici sono dotate di pannelli fotovoltaici ad alta efficienza, che producono oltre 1.200 kW di potenza nominale.

L’apertura alla complessità del reale, alle sfide dell’intelligenza artificiale e dell’innovazione, alla ricerca scientifica e alla città è stato anche il tema della relazione del Rettore, Gianmario Verona. «Nel 2019 il mondo ha realizzato come non sia possibile banalizzare la complessità che caratterizza il mondo contemporaneo e quanto invece, alla crescente complessità, occorra dare soluzioni coerenti, ovvero altrettanto complesse».

Tra le aperture metaforiche annunciate dal Rettore, due comportano altrettante importanti aperture concrete. Con l’anno accademico 2020-2021 la Bocconi lancia il nuovo Bachelor of Science in Mathematical and Computing Sciences for Artificial Intelligence, una laurea triennale in inglese che si propone di formare un nuovo tipo di laureato con un background metodologico rigoroso, innovativo e senza barriere disciplinari, capace di capire come e perché funzionano i migliori strumenti di intelligenza artificiale e in grado di idearne di nuovi. Nella struttura del programma, i tre pilastri degli strumenti matematici, di modellizzazione (fisica ed economia) e computazionali procedono in parallelo, fino a convergere in simulazioni e corsi di data-driven artificial intelligence sempre più sofisticati, per integrare e mettere in pratica le conoscenze acquisite.

Apre, inoltre, Bocconi for Innovation (B4i), una nuova piattaforma che avrà il triplice ruolo di pre-acceleratore, acceleratore di imprese e luogo di sviluppo della corporate entrepreneurship, ossia dell’imprenditoria interna alle aziende. In qualità di acceleratore, B4i ospiterà a regime fino a 30 startup l’anno. La prima Bocconi for Innovation Startup Call, per trovare le prime dieci imprese da far sviluppare, è già aperta e si chiuderà il 6 gennaio 2020. Una volta selezionati in base all’innovatività dell’idea imprenditoriale e alla qualità del business model, i progetti riceveranno un sostegno economico di 30 mila euro e saranno ammessi gratuitamente a un percorso di accelerazione della durata di quattro mesi. La piattaforma vuole favorire il giusto matching tra i saperi manageriali e di business della Bocconi e le competenze tecniche che giungono da partner come l’Istituto italiano di tecnologia (IIT), il Politecnico di Milano, l’Università degli studi di Milano, Citi Foundation ed HenkelX.

L’idea di apertura è, infine, sottolineata da un evento diffuso. Da oggi e fino a mercoledì, in quattro punti della città (piazza Gae Aulenti, City Life, via Torino e l’ingresso della Bocconi in via Roentgen), sono disposte quattro porte interattive dotate di schermo che, aprendosi, consentono ai passanti di entrare nel mondo Bocconi attraverso una serie di video, nonché di cimentarsi nella soluzione di alcuni quiz sull’Ateneo. Le stesse porte hanno trasmesso in diretta la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico.


SCHEDA: Il nuovo campus Bocconi in numeri
 
SCHEDA: Gli altri progettisti che hanno costruito la Bocconi
 
SCHEDA: SANAA

Scarica la galleria fotografica del nuovo campus

Il saluto del Presidente Monti al taglio del nastro

 

Fonte: ViaSarfatti25

News Correlate

09 dicembre 2019
30 anni di Project Management in SDA Bocconi
30 anni di Project Management in SDA Bocconi
Scopri di più
09 dicembre 2019
SDA Bocconi vola al terzo posto in Europa
SDA Bocconi vola al terzo posto in Europa
European Business School Rankings 2019 - Financial Times
Scopri di più
28 novembre 2019
Rajan: ricostruire il terzo pilastro della ...
Rajan: ricostruire il terzo pilastro della convivenza civile
Full-Time MBA: “Populism and the Economy”
Scopri di più