Corporate Governance Lab | Attivtà | SDA Bocconi School of Management

Corporate Governance Lab

Le attività

Sono due le categorie di attività pensate dal Corporate Governance Lab:

  • attività interdipendenti

1) attività di ricerca su fenomeni ampi, ciascuno indagato attraverso specifici Osservatori, ciascuno dei quali realizzato in collaborazione con uno o più Partner qualificati sul tema

2) ricerca ad hoc su temi di interesse per imprese, istituzioni finanziarie e organismi pubblici e privati

3) formazione su misura sui modelli di governance, soprattutto nella forma di induction a board operanti o di nuova costituzione

 

  • attività sinergiche

1) ricerca sulle diverse forme di impresa e di governance, attraverso l’uso degli Osservatori del Lab sulle popolazioni di riferimento, nel contesto nazionale e internazionale
2) Formazione Manageriale sui modelli di governance

3) convegni ed eventi, organizzati da e per tutti gli stakeholder.

 

 

Il Corporate Governance Lab di SDA Bocconi organizza tutte le sue attività, interdipendenti e sinergiche, utilizzando come base di partenza tre riferimenti principali:

  • valorizzazione della multidisciplinarità: il background dei docenti arricchisce i partecipanti con competenze diverse
  • confronto costante tra le attività della Scuola e le attività delle imprese: CEOs, professionisti, studiosi, policy maker e responsabili aziendali si ritagliano un ruolo fondamentale all’interno del percorso
  • attività di ricerca improntata, a sua volta, su tre parametri: rigore, innovazione e rilevanza pratica.
La ricerca

Partendo dai tre parametri di rigore, innovazione e rilevanza pratica, il Corporate Governance Lab utilizza come riferimento una sola base numerica: l’ecosistema di tutte le circa 3.500 imprese italiane che superano i 100 milioni di euro di fatturato all’anno, che – si ritiene – si misureranno nei prossimi anni con la sfida decisiva della crescita e dell’internazionalizzazione. Di queste, verranno analizzati:

  • L’assetto societario, proprietario e di governance, nonché le performance e le scelte strategiche più rilevanti (Osservatorio grandi imprese non quotate)
  • La corporate governance, la compliance, il ruolo degli investitori istituzionali (Osservatorio imprese quotate)
  • Il profilo dei Consiglieri di amministrazione, ed il ruolo del capitale umano (Osservatorio Consiglieri)

 

 

La ricerca, basata su questi dati, viene arricchita da una serie di attività formative:

  • approfondimento del ruolo e delle competenze dei consiglieri di un’azienda in ambito di governance, partendo dal programma di formazione executive SDA Bocconi Formazione Manageriale “I consiglieri non esecutivi e indipendenti: ruoli, competenze e responsabilità” (inserire link)
  • frequentazione del corso SDA Bocconi Formazione Manageriale “La governance per il successo delle imprese non quotate”
  • partecipazione al percorso di formazione “Board Practice”, rivolto ai consiglieri di amministrazione e ai membri del collegio sindacale delle principali banche italiane
  • formazione one-to-one, rivolta ad amministratori pubblici e sindaci
  • messa a confronto dei sistemi di governance delle cosiddette sotto-popolazioni omogenee: dalla proprietà al top management
  • analisi della figura del consigliere outsider: dai profili-tipi alle opportunità e alle criticità
  • confronto tra il sistema italiano e il sistema-Paese degli altri Stati nel mondo.
La formazione Su Misura

Sono numerose infatti le misure formative del Corporate Governance Lab:

  1. Benchmark
    Profilare il CDA e i Consiglieri dell’azienda rispetto alle popolazioni di imprese di riferimento, usufruendo di analisi quantitative e qualitative grazie al nostro sistema di elaborazione dati e al nostro team di ricerca
  2. Assessment
    Posizionare il CDA dell’azienda rispetto a popolazioni omogenee per dimensione come nel benchmark; in più, valutarne la struttura, la composizione, le regole di funzionamento e il funzionamento effettivo rispetto alle best practice esistenti
  3. Induction
    Posizionare il CDA dell’azienda rispetto a popolazioni omogenee per dimensione come nel benchmark; in più, valutarne la struttura, la composizione, le regole di funzionamento e il funzionamento effettivo rispetto alle best practice esistenti Fornire  a CDA e compagini proprietarie  una risposta ai loro fabbisogni formativi in termini di: i) costruzione di un linguaggio comune; ii) rafforzamento di conoscenze di base; iii) rafforzamento di conoscenze su temi specifici
  4. Workshop strategici per Board e Top management
    Strutturare un momento di confronto, sia in seno al CdA/proprietà che tra Cda/proprietà e Top management team:
    - sul livello di “attualità” e di condivisione in CDA e tra CDA e top management della visione strategica
    - sullo stato della sua execution
    Identificare un’agenda preliminare delle priorità di intervento per il futuro

    I diversi prodotti possono essere venduti stand-alone, insieme o anche in abbinamento con altri prodotti Su Misura della Scuola e personalizzati in funzione delle esigenze dei committenti.
Esempio di programma formativo Su Misura