Disruptive innovation e impatto sui sistemi sanitari

15
nov 2019 10:00 - 13:30
ITALIANO
Conferenza

Negli ultimi anni si è assistito ad una vivace stagione di profonda e continua innovazione, clinica, terapeutica e organizzativa, che ha rivoluzionato radicalmente il settore sanitario, coinvolgendo nuovi attori e nuovi network.

 

Guardando al passato, uno dei casi più frequentemente citato quando si parla di tali innovazioni disruptive è il caso dei farmaci per l’HCV: gli importanti traguardi raggiunti nello sviluppo e successiva introduzione dei DAA nella pratica clinica, hanno sicuramente messo in discussione il modello assistenziale per l’HCV ma hanno anche fatto emergere numerose difficoltà nella gestione delle innovazioni mediche, farmacologiche e tecnologiche a livello organizzativo. I nuovi farmaci, infatti, sono entrati nella pratica clinica, senza prima definire a livello nazionale, regionale e locale, un modello di gestione del farmaco, dei centri prescrittori e dei modelli di erogazione. Questo ha portato allo sviluppo di soluzioni locali e frammentate per garantire l’assorbimento della domanda, senza una reale programmazione basata sull’analisi dei fabbisogni, senza un modello organizzativo di riferimento e un modello di governo clinico per la presa in carico successivo al trattamento.

 

Guardando al presente e al prossimo futuro, uno dei campi di ricerca in cui sono impegnati tutto il mondo della ricerca e l’industria internazionale del Pharma è l’immunoterapia CAR-T, ovvero terapie che sostengono la risposta immunitaria grazie a cellule derivanti da staminali modificate in laboratorio. L’entrata in commercio delle CAR-T potrebbe rappresentare nell’immediato futuro un nuovo esempio di disruptive innovation. È da tanto che se ne parla, ma poco è stato fatto fino ad ora. Quali sono le priorità, le opportunità e le criticità per i sistemi sanitari poste dalla spinta all’innovazione clinica e terapeutica? Quali sono le sfide in termini di sostenibilità del sistema? Quali sono gli ostacoli più importanti nello sviluppo di innovazioni dirompenti?

 

La giornata di lavoro partendo dal quadro delineato e dalla discussione di alcuni casi paradigmatici di distruptive innovations vuole avviare una discussione tra diversi stakeholder del SSN sulla capacità delle organizzazioni e dei sistemi sanitari di adattarsi alle innovazioni e su come i sistemi sanitari odierni possano prepararsi ad affrontare innovazioni “disruptive”, con uno sguardo al passato ed uno al futuro, verso le innovazioni attese, prossime o possibili.

 

L'evento è gratuito previa registrazione online.

 

AGENDA